VALLE VARAITA Bivacco Boerio, monte Salza (3326 m)

In my youth, I spent my time investigating insects.

Maria Sibylla Merian (Francoforte sul Meno, 2 aprile 1647 – Amsterdam, 13 gennaio 1717) è stata una naturalista e pittrice tedesca.

Magnifico luogo di solitaria bellezza. Il bivacco Boerio (3089 m) è una recente costruzione in pianta ottagonale posto vicino al bellissimo lago Mongioia.  Da qui, si possono raggiungere facilmente le cime Mongioia (3340 m) e Salza (3326 m).

NOTE TECNICHE

DISLIVELLO: circa 1500 m

DIFFICOLTA’: EE

TEMPO DI SALITA: circa 4 ore

PERIODO CONSIGLIATO: Primavera, estate

CARATTERISTICHE: Dal punto di vista geologico, la montagna appartiene al complesso dei calcescisti a pietre verdi (pietre verdi di Gastaldi); la struttura principale è costituita da calcescisti ofiolitiferi, con una fascia di calcari che dalla cresta sommitale scende in direzione sud-ovest. Sul versante orientale, affiorano quarziti conglomeratiche (verrucano alpino) del Permiano.

TOPONIMO: Forse, il nome ‘Salza’, trarrebbe origine dal latino salsa, femminile di salsus che significa salato e sarebbe riferito ad una sorgente d’acqua sodica-clorurata dalla quale in epoca romana si estraeva il sale.

PERCORSO STRADALE

CARTINA (clicca sulla cartina per zoomare e scaricarla)

clicca e scarica

Da Casteldelfino prendere la diramazione per Sant’Anna di Bellino. 

Si segue la sterrata che sale verso ponente sul fondo del vallone e oltrepassate alcune grange diroccate si svolta a destra (palina) e si sale in direzione della rocca Senghi che domina il paesaggio.

Si arriva ad una ripida china erbosa, oltre il torrente Varaita di Rui, che si risale con ampi tornanti e oltrepassate alcune belle grange si entra nel lunghissimo e quasi pianeggiante vallone del Rui.

Al fondo del vallone si tiene la destra orografica e inizia la parte ripida del percorso prima su prati e poi su pietre. A fine Maggio potrebbe esserci ancora della neve.

Si risale faticosamente fino al passo Mongioia e in breve si arriva al bivacco Boerio (3089 m) e al vicino lago Mongioia.

lago Mongioia e bivacco Boerio

E’ un luogo a dir poco straordinario, reso ancora più magico dalla presenza della neve. Il lago è parzialmente ghiacciato, di un colore indefinibile. Il bivacco è una recente costruzione in pianta ottagonale, in legno, fornito di letti, materassi e coperte.

E’ un luogo ideale per riposarsi e godersi la pace e la bellezza delle cime sovrastanti.

Passata una bellissima notte al bivacco, invece del Mongioia, che pare più difficile vista la presenza di neve e rocce, optiamo per il monte Salza.

Dal bel bivacco si svolta a destra e si sale su pietraia sulla dorsale a sinistra della cima fino ad arrivare alla cresta finale. Si percorre la cresta e si arriva alla croce.

cima Monte Salza (3326 m)
 Il piccolo lago Mongioia e il bivacco visti dal monte Salza

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close