VALLE MAIRA Monte Chersogno (3026 m)

Ben visibile dalla pianure cuneese, spicca sulla Valle Maira, costellato di numerose e caratteristiche borgate. La cima, di rocce metamorfiche (quarzite del permiano), è meta frequentata per l’estesa panoramica che offre sulle principali vette del gruppo marchisa e sulla media Valle Maira.

NOTE TECNICHE

DISLIVELLO: circa 1310 m

DIFFICOLTA’: E

TEMPO DI SALITA: circa 3 ore

PERIODO CONSIGLIATO: Primavera, estate, autunno

CARATTERISTICHE: Dal punto di vista geologico, la montagna è costituita da quarziti conglomeratiche, con intercalazioni di micascisti, misti a un conglomerato a ciottoli di riolite (verrucano alpino); si tratta di formazioni molto antiche, risalenti al Permiano. Il monte è stato citato indirettamente nel film Il vento fa il suo giro: il suo nome è infatti utilizzato per il villaggio dove si svolge l’azione, chiamato appunto Chersogno.

TOPONIMO: Chersogno (radice prelatina car, roccia) è un toponimo che indica un rilievo roccioso a forma regolare (latino quadrum) e da ripidi versanti spigolosi.

 

PERCORSO

Dal casolare De Costanzi (1714m) si prosegue lungo l’ampia strada che in lenta salita si porta ad attraversare il Vallone di Rio Crosia, contorna verso ponente la base della Costa gerarda, stacca a sinistra la diramazione che scende alla raccolta borgata di Campiglione, e infine si arriva a un grande pianoro dove ci sono le grange Chiotti (2002m).

Gentiana

Dalle grange la sterrata, dopo un lungo tornante e alcune serpentine, termina il suo corso alle spalle dell’isolata grangia superiore (2113m).

Dalla costruzione si continua lungo il marcato sentiero che si allunga verso nordovest su china pascoliva, passa presso una piccola struttura metallica, si porta alla base del roccioso versante orientale della cima che incombe su tutto il territorio.

Si raggiunge in breve il Colle Sup. di Chiosso (2430m), posto sullo spartiacque interno San Michele-Gias Vecchio, alla base orientale della Punta della Gardetta.

 panorama superlativo dal Colle del Chiosso

 sentiero verso bivacco Bonfante

Dal colletto si segue, a sinistra, il sentiero che sale a stretti tornanti verso ponente fino a sbucare sulla conca del Piano del Vallone. 

Chersogno 

 piano del vallone

Sul pianoro il sentiero continua verso ponente, supera un modesto arco morenico poi, svoltando verso sud, taglia la china di detriti biancastri alla base nordoccidentale della cima, ancora ricoperti di neve. 

Da questo punto, lungo il franoso e ripido canalone di detriti, si raggiunge il Passo superiore Chersogno (2880m). 

Marchisa e Rocca Gialeo

Dal colle si segue una traccia segnalata che percorre il ripido dosso del crestone Sudovest fino alla grande croce del panoramico monte Chersogno.

 Monviso in lontananza

 

 ritorno nella nebbia

Un pensiero riguardo “VALLE MAIRA Monte Chersogno (3026 m)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close