GR20 NORD – TAPPA6 Castel di Viergio (1404 m), rifugio di Manganu (1601 m)

“Quando di notte alzavamo la testa verso la luna, percepivamo in noi la vastità del mondo, la sentivamo brillare immobile sopra il brulichio ininterrotto di miliardi di individui. La coscienza si dilatava nello spazio totale del pianeta, verso altre galassie…”

Annie  Ernaux (Lillebonne, 1º settembre 1940)

Sesta tappa del GR20,

DISLIVELLO: +643 circa, -800

DIFFICOLTÀ: E

TEMPO DI SALITA: 6,00 ore

PERIODO CONSIGLIATO: estate

FONTANE: Solo presso i rifugi.

RIFUGIO: Sì, affittano tende loro e possibilità di mettere la propria.  4 bagni  e docce con acqua calda a pagamento. 

HOTEL: no

VENDITA ALIMENTARI: sì

RISTORANTE: no

TRENO: no

FARMACIA: no

RICARICARE MACCHINA FOTO/CELL.: no

IMG_20200401_162429

IMG_20200401_162453

IMG_20200401_162521

PERCORSO

DSC05533
castel de Viergio, a sinistra l’albergo e a destra il rifugio

DSC05535

Si prosegue di fronte al rifugio, in leggera discesa raggiungendo il sentiero Ronde (1332 m). Si segue quest’ultimo a destra (attenzione seguire bene le indicazioni) fino ad arrivare a Bocca San Petru, luogo affasciante dai caratteristici alberi piegati dal vento.

DSC05547
Bocca San Petru

DSC05559

DSC05561

Da Bocca San Petru si prosegue in direzione sud-est procedendo sull’antico cammino che segue la cresta di Serra San Tumasgiu, attraversa una bella faggeta fino a giungere a Bocca a Reta (1883 m).

Lungo il cammino incontro dei cacciatori con i loro cani corsi.

DSC05562

DSC05583

Attraversato il colle, bypassare Capo à u Tozzu sul suo versante sud-ovest e discendere in direzione del lago di Ninu (1760 m). prima di giungere al lago, virare a sinistra per poterlo aggirare (fontana sulla riva destra).

Il campeggio qui è vietato, lo è su tutto il gr20, ma qui sono particolarmente severi per non compromettere questo luogo incantevole. Decido comunque di prendermi un po’ di tempo per osservarlo da vicino.

Il lago di Nino è certamente uno dei più bei laghi della Corsica, grazie al suo aspetto selvaggio e alla sua distesa d’erba infiltrata da un ruscello, il Tavignano, che attinge la sua sorgente nel lago. Questo specchio d’acqua di 6,3 ettari, arroccato a 1743 m d’altitudine, copre il fondo del Campotile, grande conca piallata dall’erosione glaciale, coperta da foreste e pascoli e dominata da montagne dalle forme poco accentuate. Il lago è famoso per le ampie “pozzines“, prati spugnosi dagli ecosistemi fragili. L’attività pastorale è quasi scomparsa, come testimoniano i molti ovili abbandonati.

DSC05592
le ampie “pozzines” del lago
DSC05600
lago di Ninu (1760 m)

DSC05601

Si costeggia il lago di Nino e si prosegue sulla sponda sinistra del Tavignanu. Arrivati alla bergeries di Inzecche, attraversare il fiume per continuare sulla sponda destra. Il Tavignanu, che sorge poco sopra il lago, è il secondo fiume dell’isola dopo il Golo sia come lunghezza che come portata media.

Attenzione: evitare di camminare sulle pozze d’acqua! Sono molto fragili e vanno rispettate.

Il sentiero si allarga e prosegue in direzione sud-est.

Superare un piccolo ruscello sopra un vasto pianoro poi si attraversa un bosco di vecchi faggi. Seguire il sentiero fino alla bergeries di Vaccaghja (1568 m).

DSC05637

Dalla bergeries de Vaccaghja, scendere verso il Piano di Camputile e, dopo una lieve risalita, raggiungere lo spartiacque di Bocca d’Acqua Ciarnente (1568 m).

QUESTO LUOGO RISULTA ESSERE IL VERO LIMITE TRA IL NORD DELLA CORSICA E IL SUD. 

Il sentiero poi prosegue verso sud-est, si attraversa un torrente sopra una piccola passerella, fino a giungere al Rifugio Manganu (1601 m).

DSC05640
Rifugio Manganu (1601 m)

DSC05641

Il rifugio è molto bello, offre un ampio terrazzo con magnifica vista, le docce sono a pagamento e i bagni sono quelli con le casette di legno.

wc

Questi servizi igienici VIP sono dotati di un sistema meccanico che funziona senza acqua, sostanze chimiche e trucioli di legno. Il suo utilizzo è molto semplice : basta premere un pedale. Questo, attiva un nastro trasportatore che gestisce l’evacuazione degli effluenti e crea spazio.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close